Testi

Annabit
Né con Speranza Né con Timore
Testi

1. 01

I pensieri si presentano e pretendono di diventare parole e suoni se non li faccio uscire sbattono con i loro spigoli contro le pareti della mia testa.
0, 1, forme, vuoti, segni, sillabe, consonanze.

2. BEVO TE

Bevo te
mi scotto le labbra

una madeline si spezza
crea onde di male

Immobile

Lacrime cadono
scendono
s’immergono
in me

Scivolo su un cucchiaio d’argento
mi specchio in me

Immobile

Fuori gambe corrono
le mie si placano d’improvviso
Rivedo il tuo viso

Immobile

Cerchi concentrici
rovescio tutto
per mettere ordine

3. CERCASI GIOVANE BRILLANTE

Cercasi giovane brillante
problem solver intraprendente
laureato ma con esperienza
che lavori sottocosto con costanza

Cercasi ragazza bella presenza
senza intenzioni di gravidanza
cachet 100 euro a sera
che la notte in disco è lunga e nera

Aaa Sei una persona solare e sorridente?
Abituata a stare in mezzo alla gente?
Uuu Sei pronto per questa nuova esperienza?
A far la fame a trent’anni senza speranza

Cercasi scalatrice sociale
per vendita piramidale
fisso garantito e bonus extra
insistente ma accondiscendente

Cercasi promoter spigliato
telemarketer senza indugio
per raccolta fondi onlus
per associazioni senza scopo di lucro

Aaa Sei una persona solare e sorridente?
Abituata a stare in mezzo alla gente?
Uuu Sei pronto per questa nuova esperienza?
A far la fame a trent’anni senza speranza

Comunicatrice etica e puntuale
sincera e compassionevole
empatica quanto basta
l’importante è mettere i soldi in tasca

L’imprenditore urla:
“I giovani non vogliono più lavorare”
mentre suo figlio è già scappato all’estero

Aaa Sei una persona solare e sorridente?
Abituata a stare in mezzo alla gente?
Uuu Sei pronto per questa nuova esperienza?
A far la fame a trent’anni senza speranza

4. LAMPI BLU
Uh uh-uh uhhh uh-uh uhhh

Lampi blu nella tua stanza
chissà se è ora che tu te ne vada
nessuno ti può salvare
da te

Chissà cosa avevi in testa
quel sabato mattina
quando tutti eran via
da te

tu eri solo con te
la radio accesa
il mondo fuori
poi silenzio

Le corse di chi ti conosceva
Le urla sorde di chi ti amava
Un elicottero sopra la testa
a farci ombra sul viso

Il prete dice quel che si vuol sentire
mani ipocrite si stringono
La tua foto è sempre nel cassetto
e ogni tanto ti penso

I tuoi occhi ora sono di chi vuole ancora vedere
il tuo cuore di chi vuole ancora sentire

Qualcuno ha detto che pensavi troppo
Qualcuno ha detto che amavi troppo

5.FOGLIE
Sotto ai piedi
foglie gialle, rosse e verdi
riempiono il vuoto
con nuovo inchiostro

Ti ho scritto e buttato una lettera ogni notte
di parole banali e piatte
come mi hai fatto credere di essere

Ho messo il sangue su ogni punto
una lacrima per ogni accento
una linea nera sul tuo volto

Fino a rialzarmi
fino a svegliarmi
fino a guardarmi di nuovo in faccia
Fino a salvarmi
fino a volermi ancora bene

Un distributore di benzina
le 4 di mattina
i neon sopra la testa
al mio fianco solo la tua assenza / (spenti ad intermittenza)

la pioggia si rincorre sul vetro
mi specchio, rivedo il mio volto
i pensieri si rincorrono senza pace
con i pugni chiusi nelle tasche

Fino a spogliarmi

Fino a rialzarmi
fino a svegliarmi
fino a guardarmi di nuovo in faccia

Fino a rialzarmi
fino a svegliarmi
fino a volermi ancora bene

6. AMORE CIBERNETICO (feat. Kemp)

Amore cibernetico
ragione e psiche si scontrano
duello all’ultimo sangue,
dentro ad un cuore gelido

Sognamo film
sognamo d’avere tutto e subito
ma il vuoto si svuota

Senza accettarsi mai
senza fermarsi mai
senza trovarsi mai
senza toccarsi mai

Sognamo d’andare via
ma senza spostarci di un attimo

da quel che pensiamo
da quel che vediamo
da quel che sentiamo
da quel che vogliamo

7. BIPOLARE FEMMINILE
Scrub della pelle
lifting ai piedi
iniezione non invasiva
di autostima
assimetria congenita
bipolare femminile

sindromi straniere
tutte da curare
senza ragione

Pillola per dimagrire
Non procreare
Non impazzire
Non esagerare
Non sentire dolore
Non vomitare
Non crollare
…Non respirare

La nera vuole esser bianca
l’orientale occidentale
l’alta bassa, la brutta (è) grassa
chiunque, qualunque altra cosa da sé

Jeans strappati
Tatuati
Tutto diventa di moda quando è di moda

Selfie anonimi
Sbianca-menti
Vittime incontrastate della pubblicità

Unghie da strega che graffiano ipad
L’inquisizione è la vicina di casa

Pillola per dimagrire
Non procreare
Non impazzire
Non esagerare
Non sentire dolore
Non vomitare
Non crollare
…Non respirare

la nera vuole esser bianca
l’orientale occidentale
l’alta bassa la brutta grassa
chiunque qualunque altra cosa da sé

8.NUVOLE DI CEMENTO ARMATO (feat. Sergio Wow)
Nuvole cemento armato
si infrangono sulla città di cristallo
filo spinato, frammenti taglienti
di ciò che siamo, saremo, eravamo

Gocce di petrolio corrodono guance
di bambini inermi di fronte allo smartphone
ammaestrati, addormentati, abbandonati davanti alla tv

Si apre la Terra pronta ad ingoiarci
nel suo ruotare immobile

Calma piatta dopo
il passaggio umano

un soffio di gravità
e tutto torna uguale a prima

Nuvole cemento armato
Nuvole cemento armato
Nuvole cemento armato
Nuvole cemento armato

9. 9 DICEMBRE
Sento la tua mancanza
in una carezza che
non mi lascia nulla

prima di quei giorni,
prima che tutto ci
crollasse addosso

Quante domande
i denti affondano
nella carne

Occhi fissi al soffitto
il cuore corre ai giorni di Sole
e più vado avanti
e più scivolo all’indietro

Fingo di star bene
Fingo d’ esser forte
ma il tuo ricordo torna
come sanno fare le onde

Scale in ogni direzione
dalle quali non si scappa
la storia del tempo che passa
non funziona più

Spero solo di essere
all’altezza dei tuoi sogni per me
E non deluderti mai
mai

10. QUELLO CHE INTENDEVO DIRE
Quello che avrei voluto dire
somiglia a un libro più
alto di un dizionario

Quello che avrei voluto fare
è arrampicare
su specchi e giù in precipizi

Quello che avrei voluto dare
sono uragani
esplosioni nucleari

Quello che avrei voluto dirti
è che avevo bisogno di distanziarmi

Quello che intendevo dire
potrebbe coprire
un intero universo

Quello che intendevo fare
mi ha lasciato vetri tra i piedi

Quello che intendevo dare
invece ti ha ferito
e non me ne pento

Quello che intendevo dirti
è che avevo bisogno di te

Annunci